Set 27, 2007 - Dolci    8 Comments

Plum-Cake allo Yogurt

ae8c319dd1a96462fe7f26494cdcca4e.jpg

Plum-Cake. Pane dolce.
Plum-cake o Muffin? Non è che la differenza mi sia poi molto chiara. E’ solo una questione di forma? – allora questi sono senz’altro muffin – oppure c’è qualcosa nelle ricette che li differenzia e li caratterizza? – allora questi sono plum-cake. Fatto sta che tutti quelli a cui lo chiedo mi rispondono che “…il muffin per eccellenza è quello ai frutti di bosco…” (manco avessi chiesto qual è il muffin classico…). Quindi, se qualcuno me la sa spiegare per benino questa differenza io sono tutt’orecchi.
Vabbè, ma come m’è saltata in mente l’idea di preparare i plum-cake? Tutta colpa del nome.
Si capisce dal nome come sono fatti? No.
E se li assaggi, lo capisci cosa c’è dentro? Forse.
E sono buoni? Si. Allora è fatta: gli ingredienti per accendere la mia curiosità ci sono tutti. Così ho vagato per blog, ho consultato ricettari, li ho preparati svariate volte e alla fine, provando più ricette, ho trovato la formula giusta per me.

INGREDIENTI: Per 12 monoporzioni fatte usando gli stampini per muffins servono
2 uova,
100 g di farina,
140 g di zucchero, 125 g di burro,
6 cucchiai da minestra di yogurt bianco dolce (tipo muller o mila),
1 bustina di lievito vanigliato,
gocce di cioccolato.

TEMPO DI PREPARAZIONE:
20 minuti per prepararli più 15-20 minuti di cottura in forno già caldo a 140°C.

PREPARAZIONE:
Ho lavorato bene le uova intere con lo zucchero. Ho aggiunto il burro ammorbidito e la farina e ho mescolato bene. Ho aggiunto lo yogurt, il lievito e le gocce di cioccolato. Ho foderato gli stampini con la carta da forno e c’ho versato l’impasto. Li ho passati in forno già caldo a 140° C per 15-20 minuti. Finita la cottura, non ho aperto il forno prima che fossero passati 20 minuti. Li ho lasciati raffreddare nelle formine.

COMMENTO PERSONALE:
I tempi di cottura sono determinati dalle dimensioni della portata che si sta preparando. Per cui se qualcuno vuole provare a fare questa ricetta usando il classico stampo per plum-cake ne deve tener conto. E’ che io preferisco le monoporzioni e quindi ho adattato i tempi di cottura alle mie necessità.

Plum-Cake allo Yogurtultima modifica: 2007-09-27T22:45:00+00:00da paola_sq
Reposta per primo quest’articolo

8 Commenti

  • I muffin hanno forma cilindrica mentre i plum-cake no!

  • Mah io se posso dire la mia, penso che alla fine l’importante e’ che la riuscita sia buonaaaaaa !!!! E anche secondo me e’ solo una questione di forma, perche’ gli impasti sono piuttosto simili.

  • il mio grande dilemma è: forno ventilato , resistenze o entrambi??? con il primo si bruciano dietro, con il secondo se non li coopri con la carta da forno (poi devi capire il momento giusto per toglierla altrimenti sopra restano crudi) con il terzo… lasiamo perdere… qualcuno può illuinarmi e rendermi edotta sui “campi di applicazione” delle varie modalità di cottura???
    grazie

  • Ciao Francesca (benvenuta tra i commentatori attivi).
    Mi chiedevi della cottura del plum-cake… Premetto col dire che i forni sono come uno di famiglia, li devi conoscere bene e devi prestare loro molta attenzione. A capodanno ho cucinato a casa della mia amica per il cenone e con le chiare d’uvo avanzate abbiamo pensato di farci delle meringhe per i più piccoli, ma… non mi sono venute, eppure ero io a cucinare e a casa mi vengono perfette (ma il forno era diverso e non lo conoscevo). Quindi per il plum-cake e il dilemma della cottura del forno, leggi qui (http://www.cookaround.com/yabbse1/showthread.php?t=28904) è un argomento di un formun dove si parla proprio delle varie funzioni dei forni e del loro utilizzo ma… non se ne esce (ognuno usa il forno a modo suo). Di regola: se usi la funzione ventilata abbassa il calore rispetto a quello non ventilata e poi guarda in continuazione dentro il forno per vedere a che punto sta la cottura. Per i plum-cake io lo spengo appena vedo che si spacca sopra e esce del composto.
    Spero di esserti stata d’aiuto,
    Paola

  • finalmente uno spiraglio di luce!!!
    grazie mille

  • Qualche appunto che spero possa esservi d’aiuto:
    se durante la cottura il plum-cake si rompe vistosamente le cause possono essere 2, o la temperatura del forno è troppo alta oppure nell’impasto c’è troppo lievito. Consiglio di cucinare questo tipo di dolci in 2 fasi, la prima che va dai 15 ai 10 minuti a temperatura di 180°, la seconda che va a terminare la cottura definitiva a 160°. Importante, non aprite mai il forno e non coprite il dolce.I forni casalinghi non sono precisi come quelli da pasticceria (dove solitamente si regola la temperatura sopra e sotto il piano cottura!) e tendono a bruciare senza cucinare bene il centro del dell’impasto. Importante, a finecottura non lasciate all’interno del forno spento il dolce, l’impasto si seccherà troppo, e se la cottura non è avvenuta perfettamente anche al centro non saranno 15 minuti di caldino a cucinare il cuore del dolce. Ciao

  • io ho seguito tutte le istruzioni…ma sembra tutto meno che un plum cake…

  • Gina: eppure lo è. Cos’è che non ti convince? Mi sono venute in mente 2 ipotesi:
    1) ormai siamo troppo abituati ai sapori dei prodotti industriali e sono gli unici che riconosciamo come “veri”;
    2) non è uguale a quello che fa tua mamma (nonna, zia…). Se è questo il caso: passami subito la sua ricetta, che aspetti!?

    Paola

Lascia un commento