Tartine al Gorgonzola

4aadda0c7d4e51c731765f3bd29402ff.jpg

Lo dico io per prima: queste tartine sono puro burro e panna di latte in vari stati fisici. Perciò ingrassano solo a guardarli, fanno alzare il colesterolo e fanno venire i sensi di colpa. Ma fanno passare il senso di fame…a chiunque. Mai avuto ospiti che pare non abbiano mangiato per 7 giorni? Questi qua mi mettono pensiero, quasi ansia. E se poi non c’è tempo e voglia di stare ai fornelli per ore…consiglio le tartine al gorgonzola: quando le faccio non preparo il secondo!

INGREDIENTI: per 4 persone – 12 tartine
2 confezioni di impasti pronti di pasta brisée (dal banco frigo del supermercato)
100 g di gorgonzola dolce
70 g di burro
2 cucchiai di porto o marsala
2 cucchiai di panna montata
1/2 cucchiaino di cipolla finemente sminuzzata
paprika

TEMPO DI PREPARAZIONE:
30 minuti

PREPARAZIONE:
Ho scaldato il forno a 200° C.
Ho ritagliato la pasta brisée con una tazza, ho messo i cerchi sulla carta da forno e ho messo il tutto entro gli stampini per i muffin. Quando il forno ha raggiunto la temperatura ho infornato per circa 15 minuti (fino a che hanno preso un pò di colore).
Ho lasciato ammorbidire il burro, l’ho sminuzzato e con una frusta l’ho montato fino a che non è diventato una crema morbida.
Ho sminuzzato la cipolla.
Ho lavorato a lungo il gorgonzola con la forchetta fino a farlo diventare una crema morbida.
Ho montato la panna.
Ho unito il burro montato al gorgonzola, ho aggiunto il marsala, la cipolla, un pizzico di paprika e ho amalgamato bene. Per ultimo ho aggiunto la panna montata. Ho amalgamato con cura con movimenti rotatori dall’alto verso il basso per non far smontare la panna.
Con questo composto ho riempito le tartine di pasta brisée poco prima di servirle.

COMMENTO:
Un modo rapido per montare il burro è quello di farlo liquefare con il calore, rimetterlo in frigo per qualche minuto per farlo solidificare leggermente e  a questo punto montarlo con una frusta.

Tartine al Gorgonzolaultima modifica: 2007-10-28T16:05:00+00:00da paola_sq
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento