gen 22, 2008 - Salse e Condimenti    8 Comments

Salsa Verde #1

7f54aa96ce910244c3f7f0a077834789.jpg

E’ perché ne esistono molteplici varianti. E’ per questo che l’ho definita con il numero #1. Questa ricetta me l’ha passata un mio amico “esperto” di salsa verde. La prepara molto spesso e oramai è diventato un’autorità in materia. Accompagna ottimamente i bolliti e il pesce lesso freddo.

INGREDIENTI: per 6 persone
2 tuorli d’uovo sodo
50 g di mollica di pane casereccio
20 capperi sotto sale (sciacquati)
1 e 1/2 cucchiaio di zucchero
50 ml di aceto
120 ml di olio
1 spicchio d’aglio
150 g di prezzemolo
peperoncino

TEMPO DI PREPARAZIONE:
30 minuti

PREPARAZIONE:
Ho pulito il prezzemolo. Ho preparato le uova sode. Ho messo il pane in ammollo nell’aceto.
Ho strizzato il pane dall’aceto.
In una ciotola ho messo l’olio, l’aceto e i tuorli delle uova sode. Ho frullato con il frullatore a immersione. Ho aggiunto il prezzemolo, l’aglio, il pane, i capperi, lo zucchero e il peperoncino e ho frullato a lungo.

NOTE:
Questa salsa va preparata almeno 3 ore prima di essere servita.

Share via email

8 Commenti

  • Eh si la salsa verde anch’io l’ho vista fare in diversi modi, e questa mi sembra proprio una ricetta super!

    Grazie ancora per le dritte sulla sacher, ciao e complimenti per il blog

    Mirco

  • Ciao Paola. L’ideale sarebbe accompagnarla con il bollito che hai già proposto….la cucina della tradzione è sempre ottima!
    Stè

  • A Mirco: ciao e benvenuto. Riporterò i complimenti sulla salsa verde al mio amico ma quelli sulla sacher me li gusto tutti io. Grazie e a presto.

    A Stefano: quello che dici sulla cucina della tradizione è proprio vero. Inolre, cucinando piatti noti ci si mette in gioco di più: se chi mangia quello che hai preparato ha delle aspettative di sapore e presentazione (e non li puoi incantare con trucchi magici!) devi saper cucinare altrimenti… saranno critiche!

  • Very beautiful!

  • Hi Maggie, welcome into my blog. Thank you for your compliments. I visited your blog and it looks very beautiful to me.
    Paola

  • a me piace moltissimo poi ho il prezzemolo coltivato da ma. ma se volessi farne un bel pò per poi conservarla in dispensa cosa devo fare????? ciao grazie mille

  • A Maria: sinceramnete non ho mai pensato di “conservarla” a lungo ma non è detto che non possa fare. Anzi, questa domanda mi ha stuzzicato la fantasia. A dirla tutta, la prima cosa che mi è venuta in mente è stata quella di congelarla, ma penso che tu ci abbia già provato e che il risultato non sia stato all’altezza delle aspettative. Allora, forse, puoi provare con la “conservazione naturale”: una volta che hai invasato la salsa verde (lascia almeno 1-2 cm di spazio libero dal tappo), chiudi ermeticamente i recipienti e li avvolgi in canovacci e poi li sistemi sul fondo di una pentola alta; aggiungi acqua fredda fino a sommergerli bene, copri con un coperchio e porti a ebollizione. Il tempo di ebollizione (che serve per la sterilizzazione) dipende dalla dimensione dei vasetti. Spegni e si lascia freddare. Poi togli i vasetti, li asciugano e li metti in dispensa. Durante la prima settimana bisogna controllare i vasetti per vedere se ci sono delle bollicine (in questo caso si stanno svolgendo dei fenomeni di fermentazione) e quindi occorre rifare tutto daccapo o buttare via tutto. Va buttato via tutto anche se, dopo qualche tempo, il coperchio appare gonfio e rialzato (segnale di microorganismi all’interno). Frutta e verdura conservate sottovetro possono durare anche 1 anno e mezzo.
    Fammi sapere.
    Paola

  • io ho una trattoria romanesca e domani provero’ a fare la lingua con la salsa verde… vi diro’ poi i risultati ottenuti. a presto

Lascia un Commento

(none)