feb 20, 2008 - Verdure, Zuppe    15 Comments

Fagioli all’Uccelletto

30d7f1539f9864a3843030970ea09de7.jpg

 

Da bambina mangiavo di malavoglia verdure e legumi (tutto normale, no?), ma quella volpe di mia nonna aveva trovato il modo di farmi mangiare i fagioli: me li faceva all’uccelletto… così, incuriosita dal nome le chiesi: – nonna, ma che vuol dire fagioli all’uccelletto? -
Lei: vuol dire che i fagioli che ti preparo, li faccio diventare un pò fagioli e un pò uccelletti. Insomma, li faccio diventare un pò magici… Te la ricordi la favola di Giacomino e dei fagioli magici, no? Lo sai che i fagioli possono essere magici, giusto?
Io: e questi fagioli che sai fare tu sanno fare le magie?
Lei: mica tutte, questi fagioli qui sanno fare una sola magia…
Io: e che magia sanno fare?
Lei: beh, lo dice il nome: fanno volare
Io: Fanno volare chi se li mangia?
Lei: Si, ma bisogna mangiarne veramente tanti. Almeno quanti se ne mangia il nonno..
Io: Eh, si. Non vale così.
Lei: E che ci posso fare io. Funziona così… Ma, anche se te ne mangi un pò meno, vuol dire che se non volerai almeno farai dei salti altissimi.

INGREDIENTI: per 6 persone
1/2 kg di fagioli secchi
250 ml di olio
400 g di passata di pomodoro
1 cipolla, salvia
1 spicchio d’aglio
1 lt di brodo vegetale
sale, pepe

TEMPO DI PREPARAZIONE:
60 minuti

PREPARAZIONE:
La sera prima ho messo in ammollo i fagioli.
Ho soffritto la cipolla tritata, l’aglio sbucciato e schiacciato e la salvia. Ho atteso che la cipolla imbiondisse e ho aggiunto la passata di pomodoro. Ho lasciato insaporire per 1 minuto e ho unito i fagioli (scolati dell’acqua di ammollo. Tenendola da parte e misurandola). Ho lasciato insaporire per 10 minuti. Ho aggiustato di sale e di pepe. A questo punto ho aggiunto l’acqua dove ho lasciato in ammollo i fagioli più tanto brodo per arrivare ad un totale di 1 lt di liquido (es.: se l’acqua dell’ammollo dei fagioli era diventata 1/2 litro, ho aggiunto un altro 1/2 litro di brodo). Ho chiuso la pentola a pressione e ho fatto cuocere per 30 minuti dal fischio. Nel caso in cui, passati i 30 minuti i fagioli risultassero ancora duretti, finire la cottura a pentola scoperta. Ho aggiustato di sale e di pepe.

COMMENTO PERSONALE:
Che ci faccio?
li posso mangiare subito
li frullo con il frullatore a immersione, aggiungo altro brodo (o acqua), aggiusto di sale, porto a ebollizione e ci faccio cuocere la pasta (io uso gli spaghetti spezzati)
li lascio freddare, li metto in un vaso di vetro e li congelo
li lascio freddare, li metto in un vaso di vetro che chiudo ermeticamente, li avvolgo nei canovacci e li sterilizzo per 60 minuti a bagnomaria. Questo procedimento permette di conservarli anche in dispensa, prima di mangiarli li porto a ebollizione.

 

Ti può interessare anche:

Zuppa di Ceci e FunghiPasta e PatatePasta e CeciZuppa di Lenticchie

Share via email

15 Commenti

  • a me i fagioli piacciono moltissimo….da soli …con la pasta…ma….qui mi ha colpito principalmente il tuo racconto….mi ha fatto andare indietro con gli anni:-) un bacio
    Annamaria

  • ma io me li mangerei subbito!!!

  • Questo e tanti altri piatti della mia amica Paola…come non apprezzarli per bontà e presentazione
    Stefano B.

  • Fantastica l’invenzione di tua nonna!
    Ricordo che da bambino ho iniziato a mangiare i fagioli all’uccelletto perchè quando mia nonna li cucinava accompagnati con salsicce leggevo la felicità negli occhi del mio babbo

  • E’ una tipica ricetta toscana ed il procedimento non é questo. I fagioli vanno lessati (se possibile al fiasco); far soffriggere aglio e salvia in olio di oliva poi aggiungere il pomodoro passato o a pezzetti ed i fagioli lessati. Far cuocere a fiamma bassa circa 30 min.

  • Anche mio papà li faceva con le salsicce…ed eravamo felici in due (con fette di pane casareccio, ovvio!). Buona pappa a tutti!

  • grazie dei vostri piacevoli commenti.anch’io li ho mangiati a Lucca da mia cognata che pero’ li fa senza il pomodoro ,in bianco. e’ una gustosa alternativa per chi non tollera il pomodoro.buon appetito a tutti voi !!!!

  • ma se ci si dimentica di metterli a bagno la sera prima…c’e un altro metodo per cucinarli?

  • mara: se i fagioli sono freschi non c’è nessun problema, ma se i fagioli sono secchi potresti tenerli per più tempo nella pentola a pressione ma in questo caso ricordati di mettere più acqua altrimenti si brucia tutto!

    Paola

  • Mi accodo adesso … in ritardo biblico ma mi sono imbattuto adesso in questo articolo. Che dire, probabilmente sono buoni cucinati così, ma sicuramente non sono fagioli all’uccelletto. E poi, dove avevano la pentola a pressione le nostre nonne? I fagioli vanno lessati prima (o al fiasco ancora meglio). SI soffrigge aglio e salvia. Poi pomodoro e in fine i fagioli. Cottura dolce.

    Saluti
    Tom

  • Tommy: ti viene un piatto asciutto? Voglio dire, se non aggiungi del brodo (o l’acqua di cottura dei fagioli) deve per forza venire un bel sugo ristretto con i fagioli.

    La pentola a pressione è utile alla donna che lavora e non ha il tempo delle nonne da passare in cucina, ma se la si vuole eliminare basta prevedere solo tempi di cottura più lunghi.

    Paola

  • Ciao Paola, il discorso non è relativo agli strumenti ma al procedimento.
    Ok per la pentola a pressione, ma solo per lessare i fagioli in bianco (aglio e salvia). Nella ricetta non c’è la cipolla ma solo aglio e salvia.
    Giusto aggiungere l’acqua di cottura, il piatto non deve essere asciutto.
    Correggo subito anche il mio blog, lo avevo dato per scontato :-)

    Buona giornata!!!! Tom

  • io li faccio spesso con la pasta mista sono ottimi

  • ci vogliono cannellini, aglio, salvia.
    250 ml …doh!

Lascia un Commento