feb 27, 2008 - Dessert, Dolci    42 Comments

Torta della Nonna

Torta della Nonna

Avrò avuto 20 anni ma già intuivo la potenza del marketing: i nomi delle cose evocano sensazioni e creano aspettative, l’apparenza delle cose “vende” più della sostanza…
Insomma, mia mamma mi chiede di andare in pasticceria a prendere una torta come dessert per il pranzo. Prendo la macchina e vado alla pasticceria più vicina, prendo il numeretto (sì sì, come alla posta e dal salumiere) e mentre aspetto il mio turno mi faccio un giro tra i frigoriferi dove sono esposte in bella mostra le varie torte “a vendere”. Ho voglia di una torta nuova, una che ancora non ho mangiato. Guardo quelle che ci sono e mi accorgo che ce n’è una che ancora non ho mai comprato. In effetti sembra una torta un pò insignificante con quei pinoli sfigatissimi sopra, ma, coerente con quanto mi ero ripromessa, decido per quella. Quando arriva il momento del dessert mia madre ci spolvera sù un bel pò di zucchero a velo e già l’aspetto era diventato più invitante. Ma la sorpresa maggiore l’ho avuta al primo assaggio: una delizia. Cavolo, la torta più buona che avessi mai mangiato, altro che mimose e millefoglie, per me non c’è torta che la eguagli. Me ne mangerei una intera tutta da sola.
Ma come la vanno a chiamare una torta così buona?
TORTA DELLA NONNA
Ma qui ci voleva un nome internazionale, uno di quelli che fanno il giro del mondo almeno 5 volte… e invece no: torta della nonna.
In questa torta è tutto sbagliato: il nome non attira e a vederla sembra insignificante. Ma la ricetta, lo giuro, è quella giusta e c’ho messo un pò per trovare quello che cercavo.

INGREDIENTI: per una teglia tonda di 26 cm di diametro

Per la pasta frolla
300 g di farina 00
1/2 bustina di lievito vanigliato per dolci (8 g)
120 g di burro
170 g di zucchero
1 uovo
1 tuorlo
sale

Per la crema pasticcera:
3/4 lt di latte fresco intero
la scorza di 1/2 limone
200 g di zucchero
8 tuorli
50 g di farina 00
un pezzetto di baccello di vaniglia (non gli aromi)

Per la decorazione:
pinoli
zucchero a velo

TEMPO DI PREPARAZIONE
3 ore

PREPARAZIONE:

Per la crema pasticcera:
Ho messo il latte, la vaniglia e la scorza di limone in un tegame non antiaderente e ho messo sul fuoco. Ne l frattempo, in una terrina piuttosto grande, ho sbatturo gli 8 tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una spuma quasi bianca, a questo punto ho aggiunto i 50 g di farina setacciata. Ho amalgamato bene facendo attenzione a che non ci fossero i grumi. A questo punto ho unito il latte bollente continuando a mescolare. Ho versato tutto l’impasto liquido nel tegame dove avevo messo a scaldare il latte e a fuoco leggero ho atteso (senza smettere di mescolare) che la crema diventasse bella densa. Ha cominciato ad addensarsi dopo poco più di 10 minuti che era sul fuoco ma io ho tolto dal fuoco quando aveva finito di “schiumare”: dopo altri 5 minuti. Ho continuato a girare fino a che la crema è diventata fredda. Ho messo in frigo.

Per la pasta frolla:
Ho messo i 300 g di farina sulla spianatoia insieme al lievito vanigliato. Ho unito il burro ammorbidito a T ambiente e ho impastato fino ad ottenere un composto sbriciolato. A questo punto ho unito l’uovo, il tuorlo, lo zucchero e il pizzico di sale. Ho impastato fino ad ottenere un impasto morbido e liscio con cui ho formato una palla che ho avvolto nella pellicola trasparente e messa a riposare per 1 ora in frigo.

Ho acceso il forno a 180° C.
Ho steso la pasta frolla su un foglio di carta forno di uno spessore di pochi millimetri. L’ho bucherellata con una forchetta. Ho messo la carta da forno dentro la tortiera. Ho farcito con la crema e ho livellato. Ho coperto con uno strato uniforme di pinoli. Ho formato il contorno della torta rigirando i lembi della pasta frolla verso la farcitura. Ho infornato per 40 minuti.
Ho fatto freddare e prima di servire ho spolverato con lo zucchero a velo.

Share via email

42 Commenti

  • Dai, vedila così: in inglese suonerebbe “Grandmother Cake”… da far impallidire la “Sacher Torte” !!!!

    Ottima, comunque !
    Jacopo

  • This picture had me at “Hello”! :) I love yellow, such happy color, and it has vanilla written all over it!
    I simply can’t wait to make this! I love the recipe, and I know I will love the cake too! Grazie!

  • A beautiful Torta! Very tempting!

    Cheers,

    Rosa

  • ottima torta…complimenti
    Annamaria

  • Pensa che quando da piccola andavo in pizzeria coi miei e mi dicevano di prendere la torta della nonna che era buona io mi allarmavo tantissimo dato che mia nonna non è capace neanche di fare l’insalata! Poi però concordo con te che sia una delle torte più buone…io ho la “sfortuna” di vivere vicino alla spaccio della Bindi e l’ho sempre comprata ma con questa bella ricettina magari proverò a farla! Thanx for sharing! :-)

  • Adoro questa torta…ti è venuta benissimo!

  • Ma che brava che sei Paolè [ma quanto brava] e.. ancora complimenti e ri-complimentoni in attesa del prossimo me-me!!
    Un bacio Paolè

  • nella frolla io non ci metto il lievito, ma proverò a farla così poi sceglierò la ricetta micliore

  • Allora, prima di tutto dò il mio saluto di benvenuto a Laura e Rosmerir (di cui per la prima volta ho il piacere di ricevere un commento).

    Ringrazio Rosa, Annamaria, Aracoco e Stefano per i graditissimi complimenti.

    A Jacopo: è vero: in inglese sembra più internazionale ma continua ad esserci discordanza tra il nome e il gusto…

    A Medena: concordo con te sulla foto. Quello strato di crema mi fa venire l’acqualina in bocca solo a guardarlo.

    A Laura: chissà, magari ti viene anche più buona di quella che compri…

    A Rosmerir: nei vari tentativi fatti ce n’era uno anche senza l’uso del lievito nella pasta frolla: in effetti non ha la possibilità di farla crescere visto che la tieniamo 1 ora in frigo, poi la bucherelliamo proprio per non farla gonfiare durante la cottura e poi ammazziamo i lieviti a 200° C ma… la preferisco con il lievito, mi sembra che cuocia meglio. Magari se ci provi anche tu, poi mi dici che differenze hai trovato.

    Paola

  • aahh..ma qui tira aria di sfida! :-)

    Una curiosità: ma i pinoli non si bruciano troppo se li metti ad inizio cottura?

  • A Michelangelo: no no. Almeno nel mio forno no (questo qui è un forno statico, di quelli stravecchi). Anzi, non riesce niente a tostarli: il pinolo rimane morbido.
    Paola

  • Beh.. questa torta spacca… poi ti è venuta benissimo, la crema nella foto ha un aspetto così invitante… quando ti inviterò a casa mia per cena, mi raccomando, voglio questa torta per dolce..

  • I have made it, and of course, I LOVE IT!!!
    Thank you for sharing!

    http://cafechocolada.blogspot.com/2008/03/torta-della-nonna-slice-of-tuscan-sun.html

  • che visione paradisiaca questa torta, la proverò.grazie

  • è eccezionale l’ho fatta domenica scorsa anche se la ricetta è un pò diversa

  • A Maria Assunta: mi trovi d’accordo: questa torta è eccezionale. In cosa è diversa la tua ricetta?

    Paola

  • domenica avevo ospiti a pranzo e ho provato a fare questa torta ….e’ stato un successo e’ davvero squisita e delicata… da provare

  • Ciao Isabel47: Benvenuta e GRAZIE MILLE per il riscontro. E così ti è piaciuta ehhhh??!! Strano, anzi… stranissimo :) ))

    Paola

  • please post in English.

  • To Deborah: do you mean only this recipe or the whole blog? If you mean torta della nonna recipe, please go to Medena blog ( http://cafechocolada.blogspot.com/2008/03/torta-della-nonna-slice-of-tuscan-sun.html ), she already copied this recipe and translated it into english. If you mean the whole blog you can try to use the google gadget at the top on the right sidebar. Let me know.
    Paola

  • La torta è in forno, sono un po’ in ansia……tra un’ora ho un pranzo e quello sarà il dessert….amo rischiare.

  • Katy: pazza… :) , ma grazie per la fiducia. Fammi sapere.
    Paola

  • La torta è stato un successo, sopratutto la crema….la pastafrolla era buona ma un po’ bruttina dato che ci ho messo meno amore nella preparazione a causa della fretta. Il sapore era ottimo o come amo definire i dolci con le dosi perfette di ingredienti “spontaneo”…..ovvero non di pasticceria ( a volte troppo artefatti e il gusto è ottimo ma limitato, troppo definito, senza lasciare “spazio all’immaginazione”) e nemmeno casalingo ( spesso il sapore di uova o burro è troppo accentuato e manca in delicatezza). Grazie mille, credo che approfitterò di altre ricette….

  • Katy: sono sbalordita. Quasi spaventata dal fatto che prenderai altre ricette: spero di non deluderti. Nel caso qualcosa non ti piacesse aiutami a migliorarlo…
    Paola

  • complimenti era da un po che cercavo questa ricetta proverò a farla e poi vi farò sapere dall’aspetto è proprio deliziosa come l’immagginavo

  • Ciao bravissima Paola,
    volevo sapere le dosi esatte per 4 persone, per il tortino con cuore di cioccolato.In casa, solo io mangio dolci e quindi quella dose, per me, è davvero troppa!!!Ti ringrazio anticipatamente e a presto.

  • Giorgia: per 4 tortini al cioccolato:
    80 g di cioccolato fondente
    80 g di burro
    60 g di zucchero
    2 uova (in realtà matematicamente sarebbero 1,5 ma visto che è impossibile…)
    15 g di farina
    1,5 g di lievito per dolci
    sale, cannella

    Sì ma fanne di più di 4, che tanto li puoi congelare. Ti pare?

    Paola

  • Ciao Paola! Domani voglio provare a fare questa torta per la prima volta usando la tua ricetta… La porterò ad una mia amica che mi ha invitato per pranzo e che ne va matta, come te! ;-) Mi rimane solo una domanda: A quale livello del forno la devo infornare? Spero tu legga questo mio messaggio in tempo… Grazie e speriamo bene! Cari saluti, Sonja

  • Sonja: considera che la crema è cotta, il passaggio in forno serve solo per far cuocere la pasta frolla… Mettila al centro.

    Paola

  • Grazie mille! La sto facendo proprio in questo momento, sto sbattendo i tuorli… :-) poi ti faccio sapere cosa hanno detto quelli che l’hanno potuta gustare… Buon fine settimana! Ah, un altra domanda: cosa pensi, posso ridurre il tempo di riposo della pasta frolla a 40 min? (causa mancanza di tempo)

  • Sonja: causa mancanza di tempo è tutto concesso. Vai tranquilla e non avere ansie a cucinare…

    Paola

  • Ok, va bene e grazie della risposta lampo!

  • Ciao Paola, volevo dirti che la torta é stata un successone. Specialmente alla mia amica é piaciuta tantissimo! Mi hanno pure applaudito… Quindi parte di quest’applauso va a te e alla tua ricetta! Grazie ancora per averla condivisa con il resto del mondo ;-)

  • Sonja: cacchio, sono invidiosissima dell’applauso: a me non l’hanno mai fatto! Mi sa che sei più brava di me…

    Paola

  • che belle queste ricette, e saranno sicuramente anche buonissime visto gli ingredienti….vorrei un vostro aiuto…non trovo più la ricetta donatami da mia nonna, lei faceva una torta con un cuore di cioccolato…penso che sia stata una mousse.
    la torta aveva un cuore di cioccolato e sopra ricoperta dall’impasto della torta…non mi chiedete quale impasto fosse…non lo ricordo.
    grazie
    musica

  • Lidia: intanto ti rispondo io, poi se qualcun altro vuole contribuire è ben accetto. A me vengono in mente due dolci: il primo a cui ho pensato è il tortino con il cuore di cioccolato (che ho già postato e che trovi qui: http://diariodicucina.myblog.it/archive/2008/09/27/tortino-con-cuore-di-cioccolto.html ), il secondo è il moelleux (che però devo ancora postare…)

    Paola

  • Veramente grandiosa, la crema pasticcera come dose uso solo la tua!
    E’ stato un vero successo, grazie e complimenti!

  • Elisa: bè, allora ti deve essere davvero piaciuta parecchio. Sono contenta…

    Paola

  • C’è qualcuno che mi può dare la ricetta della Torta alla robiola? L’ho fatta un paio d’anni fa ed era squisita, ma con il trasloco ho smarrito il quaderno con le mie ricette. Grazie.

  • Elsa: Ah… il trasloco… mi ricorda un’esperienza recente… tra le cose buttate e quelle “perse” ho fatto un bel pò di pulizia! Comunque, per quanto riguarda la tua richiesta: visto che chiedi aiuto su un dessert, immagino che anche la torta di cui chiedi la ricetta sia un dessert… Potrebbe essere la cheese cake? Te lo chiedo perché io la preparo usando la philadelphia, ma credo che verrebbe benissimo anche con la robiola. Ma ancora non l’ho postata, se hai pazienza qualche settimana la trovi su questo blog, altrimenti cerca le ricette della cheese cake e sostituisci il formaggio che trovi nella ricetta (molto spesso la fanno con la ricotta) con la robiola…

    Paola

  • Che buona la torta della nonna, una delle mie preferite, e la tua è davvero bellissima

  • Che buona, mi sa tanto che devo provarla!!! ed ottimi anche i tortini di cioccolata! mhhh da provare subito! Buona settimana Paola e complimenti per il blog! saluti ventosi da Trieste, Renata

Lascia un Commento

(none)