mar 25, 2008 - Salse e Condimenti    3 Comments

Besciamella

ricette,foto,besciamella

Il pranzo della domenica rientra tra i ricordi più piacevoli della mia infanzia. L’invito a pranzo per domenica era quasi scontato e tutte le settimane i nonni paterni riunivano la famiglia creando un ambiente sereno e piacevole. Per loro era l’unica occasione settimanale per riunirsi insieme ai loro due figli; per noi bambini era un’occasione speciale per giocare con i cuginetti e e stare insieme agli zii. Deve essere stato durante questi pranzi domenicali che si deve essere formato il mio piacere per la buona cucina e le buone tradizioni culinarie italiane. Devo dire che, a ripensarci con il senno di poi, i miei due nonni siciliani non hanno disatteso nessuna aspettativa: si sono sempre comportati come due siciliani DOC e anche i loro menù hanno sempre rispettato la tradizione e i gusti siciliani. Le prime ricette con cui mi sono allenata in cucina sono state quelle dettate da mia nonna dopo averne apprezzato il sapore durante le nostre domeniche in famiglia.
Questa è una ricetta base utile in mille altre ricette ma che mia nonna usava quando faceva i cannelloni, esattamente come me l’ha dettata:

INGREDIENTI:
1 lt di latte intero (necessario per 40 cannelloni)
1 pugno di parmigiano grattugiato
1 hg di burro
80 g di farina
noce moscata
sale, pepe.

TEMPO DI PREPARAZIONE:
15 minuti

PREPARAZIONE:
A fuoco moderato si mette il burro nella pentola e si fa liquefare. Ci si mette la farina piano piano e si gira in continuazione. Nel frattempo si fa bollire il latte. Quando nel burro sciolto ci si è messa tutta la farina ci si mette anche tutto il latte caldo. Si continua a girare. Quando comincia ad addensarsi si aggiunge il parmigiano, la noce moscata, il sale e il pepe.

(p.s.: preparandola spesso ho visto che anche se si usa il latte freddo la besciamella viene lo stesso).


Ti può interessare anche:

salsa alle castagne

Share via email

3 Commenti

  • adoro la besciamella…un bacio..
    Annamaria

  • ho sempre fatto la besciamella “a occhio”, ma devo dire che mi ritrovo perfettamente nelle tue dosi! l’unica differenza è che metto il latte (freddo) un po’ alla volta nel composto di burro e farina, mescolando bene con una frusta. chissà, sbaglio?

  • Ad Annamaria: anche a me piace molto… ma non conosco il sapore di quelle che si vendono al supermercato.

    A Salsa: anche io uso il latte freddo.. chissà perché mia nonna lo scaldava, ma c’ho idea che facesse parte di un qualche rito propiziatorio l’addensamento! Poi, se viene lo stesso sia mettendo tutto il latte insieme sia aggiungendolo un pò alla volta forse non sbaglia nessuno…

    Paola

Lascia un Commento

(none)