Feb 24, 2009 - Pesci    11 Comments

Baccala all’Anconetana

Baccalà modificatascritta1.jpg

Gossip condominiale…

l’inquilina del piano di sopra strilla e sbraita in continuazione contro i suoi due figli. Ce l’ha con uno in particolare, ma se gli capita sotto tiro anche l’altro gemello non gli risparmia di certo una bella strigliata…

E così alle 19,30, quando rincasano, sento strilla e pianti dei bambini (circa 6 anni); e così tutte le mattine per uscire di casa; e ancora tutti i sabati mattina per fargli fare i compiti e poi ancora tutte le domeniche mattina per… non saprei.

E il marito? Io l’ho visto un paio di volte, ma non lo sento mai. Eppure verso novembre li sentivo chiacchierare anche verso le 3 di notte. Parlavano fitto fitto, li sentivo chiaramente e mi chiedevo che cosa mai avessero da dirsi tutte le notti a quell’ora tarda. E ora? Non si sente più. La voce del papà è stata sostituita da una voce di nonna! La nonna che era venuta a Natale ancora non se ne va!

Poi l’illuminazione: si sono lasciati!

Proprio domenica scorsa il papà è passato a prendere i figlioletti per portarli ad una festa in maschera. Anche la mamma è salita in macchina ma i due non si sono guardati neanche per sbaglio, lui concentratissimo su un dettaglio importantissimo alla sua sinistra, lei distratta da un evento naturale sorprendente alla sua destra. E i gemelli sui sedili posteriori vestiti per la festicciola in maschera.

Peccato dover arrivare a non sopportarsi più prima di lasciarsi…

Passiamo alla ricetta – la domanda forse è di economia globale ma mi viene dal profondo: perché in un momento storico come questo che stiamo vivendo, in cui i mercati sono globalizzati e riesco a trovare le fragole anche a Natale, per il baccalà ammollato devo aspettare il venerdì? (tale e quale a 50 anni fa).

INGREDIENTI: per 4 persone

1 Kg di stoccafisso già battuto e ammollato

250 g di pomodori maturi

½ cipolla bianca

½ bicchiere di vino bianco secco

olio extravergine di oliva

4 filetti di acciuga sotto sott’olio

prezzemolo

rosmarino

aglio

peperoncino fresco

sale

pepe nero di mulinello

TEMPO DI PREPARAZIONE:

90 minuti

PREPARAZIONE:

Ho scolato lo stoccafisso dall’acqua di ammollo, e l’ho tagliato in pezzi regolari. Ho Soffritto in un giro d’olio l’aglio spellato e affettato, il rosmarino e la cipolla spellata e tritata per 3 minuti a fuoco medio. Ho tagliato i pomodori in grossi pezzi e li ho privati dei semi, quindi li ho aggiunti al soffritto. Ho aggiunto un pezzetto di peperoncino e le acciughe scolate dell’olio. Ho unito anche il baccalà precedentemente tagliato in pezzi. Ho irrorate con il vino e fatto cuocere a fuoco moderato per 1 ora circa. A cottura terminata ho unito il prezzemolo tritato e aggiustato di sale e pepe.

Baccala all’Anconetanaultima modifica: 2009-02-24T20:21:00+00:00da paola_sq
Reposta per primo quest’articolo

11 Commenti

  • meraviglioso questo baccalà

  • molto gustoso lo stoccafisso, io ne mangerei tantissimo, per le separazioni cito un film di Massimo Troisi:” non ci resta che piangere”

  • Il gioco dei ruoli sono difficili e non sempre si riesce a perdonare tradimenti oppure ad accettare che un matrimonio/unione finisca. Specie se si è trattato di tradimento… troppo spesso gli uomini scendono dalla “barca” perchè non se la sentono di continuare il “viaggio” del matrimonio…

    Buonissimo lo stoccafisso: probabilmente la domanda giustifica l’offerta limitata al venerdì.

    Mi meravigliano le acciughe : non vanno a coprire/falsare il gusto dello stoccafisso ??? mah paese che vai usanze che trovi!!

    Complimenti comunque è sempre un piacere visitare la tua cucina.
    Un saluto da Trieste. Renata

  • Beh.. originale direi proverò anche questa.

    ciao

    p.s. il discorso sui bimbi e la coppia scoppiata mi tocca per… esperienza diretta

  • (non capisco, non funziona l’inserimento dei commenti)

  • Carmen: piangere ci è concesso. E che il pianto sia un nuovo inizio e non un’autocommiserazione.

    Renata: tu dici che sono gli uomini a mollare facilmente? Secondo me l’istituzione del matrimonio è troppo squilibrata a favore della donna, che risulta decisamente più tutelata dell’uomo in caso di separazione. All’uomo non conviene arrivare ad una separazione, e se non è contento della vita coniugale cerca altrove le soddisfazioni. Certo che scoprire un tradimento non è mai piacevole, ed è difficile perdonare e siccome la legge tutela maggiormente noi donne siamo noi a chiedere la separazione (e con il dente avvelenato!). Non sarebbe meglio per tutti se la legge sulle separazioni fosse diversa? (se proprio ci si “deve” sposare)

    cucine & ricette: sei in buona compagnia… conosco molte persone nella tua stessa situazione! (inquilina del piano di sopra, a parte)

    Paola

  • Cara Paola, si , dovrebbero riformare la legge non solo per le coppie sposate, ma anche per quelle di fatto, dove le donne sono le più “deboli”. Ma dovremmo anzitutto cambiare il nostro modo di pensare, che la vita non è facile e che le nostre scelte impongono delle responsabilità. Non dico che si debba passare la vita nell’infelicità, ma se l’unione nasce dall’amore le difficoltà si superano.
    Se invece nascono solo dal “sogno” di sposalizio in bianco, viaggio di nozze, casa e figli come “status”, spesso si prendono cantonate bestiali.. tutto si sgonfia all’improvviso e non si riesce a convivere più.

    Ciao Renata

  • ciao Paola scusa se mi intrometto off topic … anche io ho un mac ma non posso postare … a te hanno dato una risposta? a me riporta sempre nella pagina della mail scusami e grazie Alessia

  • Alessia: pensavo che fosse un problema solo mio!! Io ho anche mandato loro una mail e ci siamo scambiati anche un pò di corrispondenza. Ma alla fine hanno deciso che è un problema del mio computer… Stasera ti giro per e-mail tutta la corrispondenza che ci siamo scambiati. Se gli mandi un’e-mail anche tu, magari capiscono che il problema l’hanno creato loro. Io posto con un computer di “scorta” non mac, ma è lentissimo e mi trovo malissimo.

    Paola

  • grazie mille Paola comunque mi viene una fame a guardare ste cose … slurpppppppppppp ….. io non ho la loro mail comunque ti do la mia perchè non so se sei riuscita a vederla nel mio blog comeme@alice.it ….. sarò assidua visitatrice del tuo di Blog 🙂

  • delicioso questo baccalà! complimenti.

Lascia un commento