Mar 13, 2009 - Carni    6 Comments

Scaloppine di Vitello al Mandarancio

 

sgaloppine modificatascritta2.jpg

 

 

Mentre scrivo, il computer dice che sono le 00:45.
E’ tardi…
E domani (anzi oggi) devo alzarmi alla solita ora per andare a lavorare. La settimana mi sembra infinita. Era mercoledì e già avevo addosso la stanchezza del venerdì. La crisi tanto discussa comincia a farsi sentire: le aziende riducono al minimo il personale, e chi rimane si vede aumentare il lavoro; e se penso alla settimana prossima mi vengono le vertigini… ma di certo non sono io quella che può lamentarsi.

E così mi ritrovo a dedicarmi al blog durante il finesettimana o nottetempo… poco male, l’importante è esserci e trovare il tempo da dedicare alle cose che ci piacciono.
E portare avanti il blog mi piace, e mi piace anche la partecipazione di chi commenta.
Mi piace…
esperienze a confronto di persone che hanno “qualcosa” da dire.
Vedo questo dai commenti avuti negli ultimi post. Un pò come si fa quando si cucina fra amici, e si abbattono le mura della comunicazione scontata e ci si parla con schiettezza.
Cucinare insieme avvicina le persone e fa nascere grandi amicizie perché “distratti” dalla manualità del cucinare non riusciamo più a fare calcoli di mezze verità, o opportunismi. Eppoi avere un obiettivo comune (cucinare qualcosa di buono) ci fa sentire complici e quindi intimi…

Sulla scaloppina al mandarancio c’è davvero poco da dire: la scaloppina al limone ha un sapore troppo forte per me, preferisco questa versione…

A questa ricetta, vista l’ora tarda, allego il sax di questa opera d’arte decisamente notturna.
Buona Notte…

 


INGREDIENTI: per 4 persone
800 g di fettine di vitello
150 g di farina
6 foglie di salvia
timo
3 mandaranci
1/2 porro
50 g di burro
2 cucchiai di brandy
sale

TEMPO DI PREPARAZIONE:
30 minuti

PREPARAZIONE:
Ho tritato la salvia e un pezzetto di buccia di mandarancio, ho aggiunto il timo. Ho mescolato il trito aromatico alla farina.
Ho passato le fettine di vitello nella farina aromatizzata.
Ho tritato il porro e spremuto i mandaranci.
Ho soffritto il porro tritato nel burro per qualche minuto e poi ho aggiunto le fettine di carne infarinate. A cottura quasi ultimata ho aggiunto il brandy e ho fatto sfumare. Quindi ho aggiunto il succo di mandarancio, ho atteso che il sughetto si restringesse un pò , quindi ho aggiustato di sale e servito.
Gli spicchi interi di mandarancio li ho fatti rosolare per qualche minuto nel burro.

Scaloppine di Vitello al Mandarancioultima modifica: 2009-03-13T01:05:00+00:00da paola_sq
Reposta per primo quest’articolo

6 Commenti

  • ..mi prendi in contropiede..sia col mandarancio,visto che preferisco l’aspro di nome e di fatto..si par la musica..come dicevo nel corso di 1 pranzodomenicale 1 volta tanto delizioso..la mia tormentata e conclusa vita sentimentale ha avuto una bella colonna sonora..e devo molte delle mie conoscenze in campo musicale agli uomini che ho frequentato..ma qs mi mancava!!
    baci sds

  • le sessioni di cucina e chiacchere erano all’ordine del giorno quando andavamo a casa della nonna, con mamma, che si sfogava e parlavano di quanto era successo durante il periodo di lontananza. Immagini che porto ancora sigillate nel cuore come le più vive e care, perchè in loro mi sono sempre riconosciuta.
    Grandi sono anche i ricordi dell’assaporare gusti e piatti e della gioia di tutta la tavolata con lodi e critiche benevoli di tutti per le fatiche delle cuoche. Ricordo l’allegria di quella tavolata: eravamo in 10-12 persone di tutte le età, che tiravano in ballo ricordi del passato, con sonore risate e tanta gratitudine di essere ancora numerosi a condividere la gioia della festa. Quando ero bimba, dato che ero gracilina, mi facevano finire il pranzo con il “ricostituente” : mezzo bicchiere di vino rosso con zucchero e pane sfornato di fresco. C’era la mamma che ammoniva, non tanto, ed i nonni e bisnonni, che lodavano i benefici, di quel mezzo bicchiere. Andavo poco dopo a letto con la testa che sul cuscino GIRAVA 😉 in modo incredibile… le risate in sottofondo mi cullavano fino a che non crollavo nel sonno.
    Ciao Paola, buon fine settimana! Renata

  • ciao! complimenti per il tuo blog. davvero bello sia nella grafica pulita che nelle ricette.
    torno a trovarti 🙂

  • Complimenti per il tuo blog. Cercavo distrattamente un vitello tonnato… bella l’atmosfera notturna col sax.
    Grazie…
    Donatella

  • le scaloppine sono buonissime!

  • Ciao , bella ricetta , diversa dalla solita scaloppina al limone che anche per me è troppo forte..
    questa sera la cuciono per me e mia moglie , poi ti saprò dire..
    Molto bello il tuo blog..

Lascia un commento