Ragù di Manzo

ricette,ricetta,cucina,foto,fotografia,ragù,ragout,manzo,latte

 

 

Era bello quando ero bambina e i grandi conoscevano tutte le risposte giuste ai miei “perché”…

Era bello quando ero bambina e mamma e papà avevano sempre la soluzione migliore ai miei grandi problemi…

Era bello quando ero bambina e guardavo i cartoni animati e i buoni erano belli e i cattivi erano mostri bruttissimi… anche se ogni tanto qualche mostro, per confondere le idee, si travestiva da buono; ma poi succedeva sempre qualcosa che gli faceva riprendere le sue vere sembianze da mostro e così lo riconoscevi subito che era un cattivo…

Era bello quando da bambina ero convinta che le “forze del bene” mi proteggevano dalle “forze del male”.

Da grande è tutto più difficile. E certe volte mi piacerebbe che il mondo fosse semplice, come quello che conoscevo da bambina…

 

Passando alla ricetta – quando facevo il ragù c’era sempre qualcosa che non mi tornava, per quanto facessi restringere il sugo non era mai come quello che avevo in mente.
Poi, parlando di questo “dilemma” al supermercato con una perfetta sconosciuta (mentre facevamo la fila per gli affettati), lei mi da la soluzione. Sbagliavo tutto. Prima di tutto non ci va la passata di pomodoro, ma il concentrato di pomodoro (quello in tubetti), e poi ci va il latte.

Certe volte si fanno incontri speciali anche mentre fai la fila per il prosciutto!

INGREDIENTI: per 4
250 g di macinato di manzo
100 g di pancetta dolce (non affumicata)
1 bicchiere di latte fresco intero
1 carota
1/2 costa di sedano
1 cipolla piccola
30 g di concentrato di pomodoro
1/2 bicchiere di vino rosso
olio extravergine di oliva
sale, pepe

TEMPO DI PREPARAZIONE:
2 ore e 30 minuti

PREPARAZIONE:
Ho tritato la pancetta e l’ho messa a soffriggere con l’olio, quando il grasso è diventato trasparete ho aggiunto il trito di carota, sedano e cipolla. Ho abbassato la fiamma al minimo, ho coperto la padella e ho lasciato stufare per 10 minuti.
Ho aggiunto il macinato e ho aggiustato di sale e di pepe. A cottura della carne ho aggiunto il vino e alzato la fiamma. Ho lasciato evaporare il vino e quindi ho “allungato” il concentrato di pomodoro in 1/2 bicchiere d’acqua calda e l’ho versato nella padella. Ho abbassato al minimo la fiamma, ho coperto e ho lasciato sobbollire per 2 ore, aggiungendo di tanto in tanto il latte.

Ragù di Manzoultima modifica: 2009-04-10T12:12:00+00:00da paola_sq
Reposta per primo quest’articolo

8 Commenti

  • ma vah??? latte, mai sentito! vedi che si impara sempre ???

    Un abbraccio e tanti auguri Renata 😉

  • Ciao, volevo complimentarmi con te per il meraviglioso blog… e chiederti che programma usi per le immagini…? sono spettacolari.. e che accorgimenti usi? un bacio e grazie in anticipo

  • Valentina: in effetti una bella foto è molto utile per dare un’idea del piatto finito, peccato che non si riesca a trovare un modo per far sentire anche gli odori!
    Visto che anche tu ti stai cimentando nel meraviglioso mondo del food blog, per le foto ti mando un’e-mail, così potrò dilungarmi…

    Paola

  • sono convinta anch’io che venga meglio con il concentrato diluito,ma la mia amica bolognese doc dice sia 1 bestemmia…..ci vorebbero i pelati oppure la passata mutti …..

  • Più o meno è come lo preparo anch’io. Due notazioni però se mi permetti.
    La prima è terminologica ma per un napoletano come sono è importante dato il rilievo che la ricetta ha nella nostra cultura culinaria. Il ragù (o ragout) napoletano è un’altra cosa e prevede la lenta cottura di un pezzo intero di manzo (lacerto ma anche muscolo) che cuoce per più di quattr’ore e senza il riforzo di pancetta salsiccia o simili sciogliendosi praticamente nel sugo e conferendo ad esso un caratteristico colore che dal rosso del pomodoro vira verso il bruno. La ricetta con il trito di manzo, che ha soppiantato il ragù per ovvie ragioni pratiche, noi lo chiamiamo sugo alla bolognese e a mio modesto avviso è molto meno elaborata e valida. Ma queste sono evidentemente considerazioni personali. Ti consiglio cmq di aggiungere circa ad una mezz’ora dalla fine cottura un generoso pizzico di noce moscata. Darà al sugo un retrogusto speziato che ne aumenterà la sapidità

  • Alberto: d’accordissimo con te, ragù napoletano e bolognese sono due cose completamente diverse sia nella preparazione che nel sapore. Se vuoi divertirti con le ricette dei ragù, vai qui ( http://www.youtube.com/watch?v=C-9hAlmDVjQ ); già che sei napoletano ti divertiraiancora di più. Sicuramente la prossima volta aggiungerò la noce moscata.

    Paola

  • ciao scrivo riguardo al cacciucco con 5 c, i pesci per fare il cacciucco sono
    scorfano gallinella pesce prete cappone cannochie palombo polpo seppie
    cozze parola di un livornese

  • Penso proprio che dovrò prepararlo seguendo ovviamente le tue indicazioni

Lascia un commento