Salvia Fritta in Tempura

 

salvia fritta in tempura.jpg

 

 

Ari-Eccomi… dopo quasi due settimane di latitanza!
Praticamente Imperdonabile.

Ma (c’è sempre un “ma”), il richiamo del giardino comincia ad essere ossessivo. Dopo quasi due anni di privazioni di verde intorno a casa (causa imprevisto e prolungato soggiorno in un appartamento al secondo piano), mi impegna molto avere di nuovo un pezzettino di giardino di cui occuparmi. Mi piace frequentare forum di giardinaggio, sfogliare e studiare manuali per scegliere le piante in base al periodo di fioritura, alla persistenrza o meno del fogliame, nonché al colore delle foglie e dei fiori… Tutto questo mi occupa gran parte del tempo libero!!

E poco ne rimane per fotografare e preparare nuovi post, per pensare nuovi accostamenti, per cimentarmi in nuove preparazioni.

Ma ieri ha piovuto molto e oggi tira un vento fastidiosissimo, e devo dire che questa combinazione di eventi naturali non rende molto piacevole il soggiorno tra le piante; quindi ho rispolverato un’antica curiosità culinaria e mi sono cimentata nella preparazione del tempura. Ovviamente capitalizzando le cure dedicate alla mia salvia sclarea (qui) (dimensione delle foglie= 15 cm x 8 cm).

 

 

 

Anche solo la parola “tempura” mi rimanda al Giappone, ma sembra che l’invenzione sia da attribuire ai Gesuiti Portoghesi.
In ogni caso… risulta essere una pastella molto leggera e friabile adatta per friggere crostacei (gamberetti, capesante…) e verdure (zucchine, cavolfiori…).
Gli ingredienti del tempura devono essere freddi di frigorifero.
Chiaramente, deve essere data un’attenzione particolare alla temperatura dell’olio di frittura, che non deve superare i 180° C; da misurare con il termometro o come facevano gli antichi: immergevano una goccia di pastella nell’olio, doveva scendere sul fondo e poi risalire in superficie. Io preferisco il termometro perché durante la frittura la temperatura dell’olio cambia anche di molto e solo con il termometro mi rendo conto se devo aumentare o abbassare la fiamma.

INGREDIENTI: per 4 persone
8 foglie giganti di salvia
1 tuorlo
100 g di farina 00
100 ml di acqua gassata fredda di frigorifero
olio di soia per friggere (oppure olio di arachidi)
sale

TEMPO DI PREPARAZIONE:
30 minuti

PREPARAZIONE:
In una terrina fredda ho sbattuto il tuorlo con l’acqua gelata. Ho aggiunto la farina mescolando in continuazione per evitare grumi.
Quando avevo ottenuto una pastella liscia e omogenea ho aggiunto il sale, quindi l’ho messa a far riposare in frigo per almeno 15 minuti.
Nel frattempo ho messo a scaldare l’olio e sono andata in giardino in direzione del bidone delle piante aromatiche e ho prelevato 8 foglie dalla mia salvia, le ho sciacquate e asciugate. Quindi le ho passate nel tempura e le ho fritte.
Da servire calde. (Il tempura m’era venuto sciapetto, quindi ho rimediato spargendo un pò di sale fino sopra la frittura.)

Salvia Fritta in Tempuraultima modifica: 2009-06-02T14:27:00+00:00da paola_sq
Reposta per primo quest’articolo

8 Commenti

  • la adoro la salvia fritta !!!

  • A bella-ciccia, e così sei rimasta a Roma nonostante il ponte! E che hai fatto tutti ‘sti giorni a casa?! Solo giardinaggio e cucina??? Neanche una telefonatina alle amiche!! A proposito di cucina: bella la ricettina di Trilussa, un genio…

    Ceci

  • Ciao Paola, sarebbe interessante che tu postassi qualche nozione di giardinaggio allora: anche a me piace molto occuparmi delle mie piante sul balcone e se avessi un terreno, sia pur piccolo, penso che lo farei diventare un paradiso terrestre, tante piance ci metterei 😀
    Per quanto riguarda la salvia in tempura è una cosa che voglio provare da tempo ma la mia pianticella di salvia non riesce a fortificarsi e le foglie sono piccoline (la “salvia ananas” invece ha foglie molto grandi ma non penso che renda allo stesso modo friggendola).
    Un salutone, Jacopo

  • sono iscritta a giallo zafferano, mi è oggi arrivata la ricetta della salvia fritta m a erroneamente l’ho cancellata prima di averla letta, c’è qualcuno che può scriverla, o per favore potete mandarla alla mia e mail? grazie

  • Daniela: ho fatto una piccola ricerca per te e ho trovato questa ricetta di giallozafferano sulla salvia fritta
    ( http://ricette.giallozafferano.it/Salvia-fritta-in-pastella.html )

    Paola

  • miiii…la salvia fritta! l’ho scoperta in Liguria ed è veramente tra le cose più sfiziose che abbia mai mangiato!

  • Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l’iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su “Inserisci il tuo blog – sito”
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

  • sono arrivata da te alla ricerca della salvia fritta e trovo un bel blog!se ti va , e ti piace la grigliata, passa da me e guarda il nuovo contest::D

Lascia un commento