Soupe à L’Oignon – Zuppa di Cipolle

 

Soupe à l'onion - Zuppa di cipolle

 

 

Altro che la lingua dell’amore… per me il francese è la lingua perfetta per parlare di cucina, di ricette, di tecniche gastronomiche.

Soupe à l’oignon – zuppa di cipolle.
Senti come suona meglio in francese? Diventa musica per le orecchie preludendo alla sinfonia di sapori che fra un pò sentiranno le papille gustative.

Dopo qualche rinvio dovuto a malattie e a turni vari di lavoro, il pranzo proposto da Eleonora è stato fatto e mangiato. E tutto è andato come doveva andare (qui): io ho preparato la cheese cake e Andreas la zuppa di cipolle…
Nonostante la mia passione per la cucina (o forse proprio a causa della mia passione per la cucina) non ho il robot tritatutto e quindi abbiamo dovuto tritare tutte quelle cipolle al coltello e le lacrime dello chef (Andreas) e del sous-chef (io) hanno condito il trito di cipolle (ma lui ha fatto molte più scene di me!).
Che buona, però, la zuppa di cipolle (nonostante le lacrime).

 

 

INGREDIENTI: per 4
7 cipolle gialle
2 cipolle rosse
200 g di gruviera (emmental)
50 g di burro
3 spicchi d’aglio
olio extravergine di oliva
1 cucchiaio di farina
pane abbrustolito
1 bicchiere di vino rosso
1 litro di brodo vegetale
sale, pepe
noce moscata

Per il brodo vegetale:
1 cipolla
1 carota
1 costa di sedano (anche le foglie)

TEMPO DI PREPARAZIONE:
60 minuti

PREPARAZIONE:
per il brodo vegetale: in 2 litri di acqua ho messo a far bollire la cipolla spellata e tagliata in quarti, la carota tagliata in quarti e il sedano. Ho lasciato restringere della metà.

Ho sbucciato le cipolle e le ho tritate.
In una casseruola ho messo a far imbiondire l’aglio spellato e schiacciato in 25 g di burro e un giro d’olio. Quando l’aglio è diventato giallo l’ho tolto e ho messo le cipolle tritate. Ho messo il coperchio e ho atteso che diventassero morbide, ho salato, pepato e macinato la noce moscata. Ho aggiunto la farina e il burro rimasto. Ho mescolato bene. Quindi ho aggiunto il vino, fatto sfumare, ho aspettato che il tutto si asciugasse e ho aggiunto il brodo bollente. Ho lasciato sul fuoco moderato per 30-40 minuti.
Nel frattempo ho messo le fette di pane sotto il grill e le ho fatte dorare prima da un lato, poi dall’altro.
Ho messo la zuppa di cipolle nelle scodelle e ho coperto la zuppa con il pane abbrustolito. Le fette di pane devono coprire la zuppa senza affondare. Devono galleggiare. Sopra il pane ho messo l’emmental grattugiato in grande quantità. Ho messo le scodelle così preparate sotto il grill fino a fusione del formaggio.

Soupe à L’Oignon – Zuppa di Cipolleultima modifica: 2009-12-09T07:40:00+00:00da paola_sq
Reposta per primo quest’articolo

5 Commenti

  • Fantastica!!!!!!!! Almeno una volta in questa stagione va consumata la zuoppa di cipolle!!!!
    Non si può resistere a tanta bontà!!!!!

  • Condivido la tua passione per la cucina per cui sono molto contenta di aver trovato il tuo blog. Proverò le tue ricette e poi ti saprò dire. Adoro la Francia e soprattutto Parigi! Ti voglio già bene! Mi dispiacerebbe se tu non esistessi e fossi solo un’operazione commerciale…..ciao Fiorella

  • a Fiorella: il blog nasce solo dalla voglia di imparare a cucinare meglio, sfruttando i commenti e motivandomi a studiare e a cercare di migliorare una ricetta. Perciò se le proverai e saprai come migliorarle ti prego davvero di farmelo sapere.
    Tranquilla che non sono un’operazione commerciale: vivo di tutt’altro.

    Paola

  • Ho preparato la zuppa di cipolle secondo la tua ricetta ed era veramente ottima. Ho utilizzato fette di baguette tostate, ma credo che vada meglio il pane casalingo, magari piuttosto scuro, sempre tostato. Che ne dici? Ciao Fiorella

  • a Fiorella: anche io ho avuto dubbi sul tipo di pane da usare. Se fossi stata in Francia avrei usato sicuramente le baguette: lì sono fresche di forno. In Italia, ai supermercati che conosco, le baguette sono decongelate e cotte in forno. E’ per questo che ho preferito il pane nostrano di forno. Il pane scuro non l’ho provato, ma se penso alle baguette come optimum, di sicuro il pane scuro ci si discosta molto come sapore.

    Paola

Lascia un commento